Il Total Body è un tipo di allenamento che ha lo scopo di allenare la muscolatura di tutto il corpo. Rappresenta l’evoluzione delle lezioni a corpo libero e consente di migliorare il tono dei muscoli di spalle, braccia, addome, glutei e gambe.

Un’allenamento generale che include sia l’aspetto cardiovascolare sia la resistenza fisica e la tonificazione: un lavoro di muscoli completo.

E’ il gradino più in su nell’evoluzione dell’aerobica potata della coreografia e arricchita di movimento. Il Total Body può essere costruito su misura, in modo del tutto personale; può essere intervallato (aerobica – anaerobica) o misto. La musica è la padrona, si usano lo step, i piccoli pesi o i bilancieri, ma anche gli elastici per la tonificazione. Si tratta di prevenzione per la salute dei muscoli che corregge la postura. Oppure è consumo calorico: in 45/60 minuti si ottiene un consumo calorico ad un’elevata frequenza cardiaca.

Ricordiamo che l’aerobica funziona sul controllo del peso perché provoca cambiamenti. Alcune ore settimanali di aerobica incrementano i tassi di HDL, il colesterolo buono (lo spazzino delle arterie, che rimangono, così, elastiche). I muscoli migliorano la loro capacità ossidativa, il che significa che gli stessi sono portati a usare i grassi come substrato energetico. L’esercizio aerobico rende il cuore più capace di pompare migliorando la gettata cardiaca, riducendo al contempo la frequenza cardiaca ad ogni carico di lavoro. Il plasma aumenta di volume e la pressione diminuisce.

Il Total Body nasce con tutta probabilità come integrazione ed evoluzione della ginnastica aerobica, si tratta infatti di un’attività che combina le coreografie tipiche della ginnastica aerobica ad esercizi della pesistica. Di fondo quindi è un’attività di gruppo che sfrutta una base musicale per creare il ritmo delle coreografie. Spesso si fa ricorso a manubri di piccole dimensioni per eseguire in modo certamente più coreografico, delle varianti dei classici esercizi con i pesi liberi.

La dinamicità del lavoro, abbinata all’impiego di carichi esigui, lo rende un’attività aerobica a tutti gli effetti, simile (da un punto di vista della sollecitazione) ai lavori in circuito. Tuttavia ai classici benefici propri del lavoro aerobico, si somma una maggiore intensità nella stimolazione delle masse muscolari, riuscendo al contempo a migliorarne la tonicità e sollecitando la resistenza anaerobica locale.